52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
Xagena Mappa

Eventi ischemici miocardici nei pazienti con fibrillazione atriale trattati con Dabigatran o Warfarin nello studio RE-LY


Vi è un modesto rischio di infarto del miocardio e di eventi ischemici del miocardio nei pazienti con fibrillazione atriale.

I dati dallo studio RE-LY ( Randomized Evaluation of Long-Term Anticoagulation Therapy ) sono stati utilizzati per segnalare tassi di infarto miocardico, angina instabile, arresto cardiaco, morte cardiaca e il prespecificato beneficio clinico netto e gli effetti del trattamento con Dabigatran etexilato ( Pradaxa ) rispetto a Warfarin ( Coumadin ).

L’infarto del miocardio si è verificato a tassi annuali di 0.82% e 0.81% con Dabigatran 110 o 150 mg BID ( due volte al giorno ) rispetto allo 0.64% con Warfarin ( hazard ratio, HR=1.29, P=0.09 per Dabigatran 110 mg; HR=1.27, P=0.12 per Dabigatran 150 mg ).

I tassi annui di un composito di infarto miocardico, angina instabile, arresto cardiaco e morte cardiaca sono stati pari a: 3.16% per anno con Dabigatran 110 mg, 3.33% per anno con Dabigatran 150 mg e 3.41% per anno con Warfarin ( HR=0.93 vs Warfarin, P=0.28 per Dabigatran 110 mg e HR=0.98, P=0.77 per Dabigatran 150 mg ).

Eventi pre-specificati come beneficio clinico netto ( tutti gli ictus, embolia sistemica, infarto del miocardio, embolia polmonare, sanguinamento maggiore e morte per tutte le cause ) si sono verificati a un tasso del 7.34% per anno con Dabigatran 110 mg, 7.11% per anno con Dabigatran 150 mg e 7.91% per anno con Warfarin ( HR=0.92, P=0.09 per Dabigatran 110 mg e HR=0.90, P=0.02 per Dabigatran 150 mg ).

Gli effetti relativi di Dabigatran rispetto a Warfarin sugli eventi ischemici del miocardio non hanno mostrato differenze nei pazienti con o senza una storia di infarto miocardico o malattia coronarica al basale.

In conclusione, vi è stato un aumento non-significativo di infarto miocardico con Dabigatran rispetto a Warfarin, ma non sono aumentati altri eventi ischemici del miocardio. ( Xagena2012 )

Hohnloser SH et al, Circulation 2012; 125: 669-676

Cardio2012 Farma2012


Indietro