Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Dermabase.it

Rischio di ictus e demenza nei pazienti con e senza fibrillazione atriale e malattia arteriosa carotidea


I pazienti con malattia arteriosa carotidea con e senza fibrillazione atriale sono a rischio di ictus.
I pazienti con fibrillazione atriale sono a più alto rischio di ictus e demenza.

Uno studio si è posto l'obiettivo di comprendere i rischi di ictus, attacco ischemico transitorio ( TIA ) e demenza nei pazienti con e senza fibrillazione atriale e malattia della carotide o una combinazione di entrambi, nonché di determinare se le terapie per ciascuna malattia siano in grado di influenzare i rischi.

Un totale di 11.572 pazienti sono stati inclusi in 4 gruppi, con 2893 pazienti per ciascun gruppo ( 1: senza fibrillazione atriale o malattia carotidea; 2: con fibrillazione atriale, senza malattia carotidea; 3: con malattia carotidea, senza fibrillazione atriale; 4: con fibrillazione atriale e malattia carotidea ) e abbinati per età, sesso e comorbidità.

Sono stati valutati gli esiti a lungo termine di ictus / TIA e demenza. Le analisi dei sottogruppi di questi risultati sono state eseguite nei pazienti con malattia carotidea sottoposti a rivascolarizzazione e nei pazienti con fibrillazione atriale sottoposti ad ablazione.

La malattia carotidea ha aumentato il rischio di ictus / TIA ( hazard ratio [ HR ] 2.74; P inferiore a 0.0001 ) e demenza ( HR 1.44; P inferiore a 0.0001 ).

Allo stesso modo, la fibrillazione atriale ha aumentato il rischio di ictus / TIA ( HR 2.08; P inferiore a 0.0001 ) e demenza ( HR 1.30; P = 0.004 ).

La coesistenza di fibrillazione atriale e malattia carotidea ha aumentato ulteriormente il rischio di entrambi gli endpoint.

La rivascolarizzazione nella malattia carotidea era associata a un ridotto rischio di demenza ( HR 0.47; P inferiore a 0.0001 ) ma non di ictus.

L'ablazione della fibrillazione atriale ha migliorato gli esiti di ictus / TIA ( HR 0.55; P = 0.002 ), in particolare in quelli con malattia carotidea ( HR 0.36; P inferiore a 0.0001 ), ed è stata associata a un ridotto rischio di demenza ( HR 0.51; P = 0.04 ).

In conclusione, la malattia carotidea e la fibrillazione atriale hanno aumentato il rischio di ictus / TIA e la demenza nella popolazione generale, e la coesistenza di entrambe le malattie è un rischio aggiuntivo.
L'ablazione della fibrillazione atriale era associata a un rischio inferiore, la cui entità era maggiore nei soggetti con malattia carotidea. ( Xagena2020 )

Bunch TJ et al, Heart Rhythm 2020;17: 20-26

Cardio2020 Neuro2020



Indietro